Martedì, 20 Ago 2019
You are here: Home
Soci sostenitori 2014/2015 PDF Stampa E-mail

  

Campagna soci sostenitori
L’Associazione Amici della Musica “Giorgio Vianello” giunge quest’anno alla sua ventinovesima edizione, il proposito  da sempre  perseguito è quello di mettere in risalto la cultura musicale nelle sue diverse forme, presentando al pubblico interessanti e diversi aspetti del repertorio classico. Aiutare l’Arte, intesa come patrimonio comune, significa mantenere viva una tradizione che lega il passato al futuro. Anche quest’anno gli Amici della Musica uniranno la tradizione musicale classica ad un moderno estro innovativo presentando una stagione ricca di diversi spazi musicali sia cameristici che di presentazione di giovani talenti emergenti.

Sostenendo l’Associazione in qualità di socio sostenitore si potrà contribuire ad un progetto culturale che intende mantenere vivo l’interesse per la musica a Bassano garantendo un prodotto artistico di alta qualità. Aiutaci anche tu a non scordare il valore della Musica nella società contemporanea.

Per maggiori informazioni o adesioni, contatta l'Associazione a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . Attenzione: per esigenze di stampa, verranno inseriti nel libretto di presentazione della Stagione solo i nomi dei Soci Sostenitori che avranno dato la loro adesione entro il 15 settembre 2014. In ogni caso la campagna continua... 

 
15 maggio 2014 PDF Stampa E-mail


 

15 maggio 2014 

QUINTETTO BARUTTI:

Bruna e Mila Barutti, violini; Fiorenza Barutti, viola;

Giuseppe Barutti, violoncello; Anna Barutti, pianoforte

 




LUIGI BOCCHERINI (1743 –1805)
Quintetto in do maggiore op. 57 n. 6
Allegretto - un poco Presto - Marcia (Variazioni
su la Ritirata notturna in Madrid) - Polonaise

JOHANNES BRAHMS (1833 –1897)
Quintetto in fa minore op 34
Allegro non troppo - Andante, un poco Adagio - Allegro -
Poco sostenuto; Allegro non troppo; Presto non troppo

 

 

 

      


Il Quintetto Barutti è formato da cinque fratelli di eccellente talento che hanno avuto una importante formazione e una brillante carriera musicale.

BRUNA BARUTTI, violinista, si è laureata con il massimo dei voti al Conservatorio Benedetto Marcello sotto la guida del M° Mario Benvenuti, fondatore del celebre Quintetto Chigiano. Appena quindicenne ha vinto la Rassegna Violinistica di Vittorio Veneto (per ben tre edizioni)e in seguito la Rassegna Rotary Club di Cittadella, esibendosi con grande successo con l’Orchestra nel Concerto in la magg. di W. A. Mozart. Si è perfezionata in Svizzera con Corrado Romano, caposcuola e docente di violinisti di fama, in Austria con il grande didatta e pedagogo Sandor Vegh al Mozarteum di Salisburgo e con Franco Gulli all’Accademia Chigiana di Siena, dove le è stato conferito il Diploma d’ Onore per l’alto livello conseguito e per aver partecipato ai Concerti con i Maestri della Chigiana.

MILA BARUTTI, violinista, ha compiuto la sua formazione al Conservatorio “Benedetto Marcello” dove si è brillantemente diplomata con Renato Zanettovich, violinista del celeberrimo Trio di Trieste. Dopo i corsi con il grande violinista Franco Gulli, vince una borsa di studio della Comunità Europea per il Corso di Alto Perfezionamento Musicale a Saluzzo. È membro fondatore dell’Accademia musicale di San Giorgio ed ha effettuato importanti tournèe con la prestigiosa orchestra d’archi. Ha coltivato parallelamente il talento per il teatro, in particolare con la compagnia di Carlo De Bosio, discepolo di Strehler.

FIORENZA BARUTTI, violista, ha compiuto la sua formazione al Conservatorio “Benedetto Marcello” con Augusto Vismara, dove si è diplomata con il massimo dei voti. Dopo i corsi con il grande violista Piero Farulli si è perfezionata all’Accademia di Alto Perfezionamento di Siena con Diploma d’Onore. In collaborazione con i Cameristi e R. Rogoff ha partecipato all’iniziativa promossa dal Teatro la Fenice di Venezia, l’Università di Venezia e la RAI TV italiana (Rete 3) per l’esecuzione dell’opera cameristica di J. Brahms, incisa per l’etichetta Mondo Nuovo. E’ prima viola e fondatore dell’Accademia musicale di San Giorgio, con la quale ha effettuato importanti tournées ed è membro del Quintetto Barutti.

GIUSEPPE BARUTTI e’ stato indicato da Lorin Mazel come uno dei grandi talenti del violoncello per l’alta qualità delle sue interpretazioni e per la unicità della voce data al suo strumento. Debutta a undici anni vincendo il primo premio al Concorso di Violoncello di Vittorio Veneto, e riconferma poi in altre tre edizioni il primo premio con menzione onorevole della Giuria. Si diploma con il massimo dei voti al Conservatorio Benedetto Marcello con Adriano Vendramelli. E’ membro fondatore dell’Accademia Musicale di San Giorgio, con la quale ha effettuato concerti in prestigiosissime sedi concertistiche italiane ed europee.
Incide con i Solisti Veneti per Decca ed Erato.

ANNA BARUTTI, pianista, si è formata con Eugenio Bagnoli , Sergio Lorenzi e Giuseppe Sinopoli al Conservatorio Benedetto Marcello, dove si è diplomata con il massimo dei voti, la lode e una speciale borsa di studio. Prima classificata al Concorso Pianistico Nazionale "Premio Città di Treviso" è stata subito indicata come una dei pianisti più interessanti della sua generazione. Con Pavel Vernikof e Piero Rattalino ha fatto parte del direttivo Artistico-Didattico della Fondazione Musicale di Portogruaro che ha organizzato importanti corsi di perfezionamento internazionali e il Festival. E' titolare della cattedra di pianoforte principale al Conservatorio "B. Marcello" di Venezia.

 

 

 

 
Duo Avalokiteshvara: una danza in musica PDF Stampa E-mail

Dialogo strumentale in una dialettica di sonorità cangianti


Un accostamento insolito di strumenti: arpa e percussioni, così si presenta il duo Avalokiteshvara composto da Guido Facchin e Patrizia Boniolo. In scena il 17 aprile  per la Stagione Concertistica degli Amici della Musica “Giorgio Vianello” di Bassano del Grappa, il duo propone l’incantata e rarefatta dolcezza dell’arpa assieme alla forza dinamica e mistica  delle percussioni. L’insieme ammalia il pubblico, varietà di strumenti percussione e di atmosfere rendono continuo il dialogo strumentale avvolto in una dialettica di sonorità cangianti.

Nei brani di Furlani che aprono il concerto lo scenario danzante rapisce: Sono evocazioni melodiche, continuo contrasto tra mondi lontani ornati di preziosi arabeschi. La struttura ritmica intonata da percussioni dello strumento darbuka si alterna all’utilizzo di bizzarri strumenti, come le tazze di caffelatte. Il risultato è entusiasmante, sembra che un rito magico e propiziatorio stia per compiersi sulla scena e da qualche angolo del palco possano saltare fuori antichi stregoni con libri di incantesimi o piccoli elfi fatati.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 22 Aprile 2014 06:58
 
17 aprile 2014 PDF Stampa E-mail


 

17 aprile 2014 

DUO AVALOKITESHVARA

una nuova proposta, tra oriente e occidente, per una musica senza confini

Patrizia Boniolo, arpa, Guido Facchin, percussioni

 

 




BIANCAMARIA FURGERI (1935)
Due Stampe Antiche (2012), per arpa e e percussioni
1) Scena a Due – 2) Di Mutevoli Voci
(Glockenspiel, cimbali antichi, gong, 5 temple blocks, triangolo, hapy drums)

LOU HARRISON (1917- 2003)
Musica per Arpa e percussioni
Sonata in Ishartum
Jahla
Round
Usul
Sonata
Avalokiteshvara

PAOLO FURLANI (1964)
Cinq danses sans pied (5 danze senza pedale) Prima esecuzione assoluta

GUIDO FACCHIN
Wu Shih, suite: Jin (L’amore universale) - Ryu Gi (Lo spirito diventa sostanza) -
Wambli geliska (Piume d’aquila, potere spirituale) - Fu Do Chi (La saggezza immobile) -
Sutra del Cuore (Illuminazione)

FABIO MENGOZZI (1980)
Sonata, per arpa e percussioni (2010)
(mark tree, elefant bell, triangle, dobaci, bongos, wood block, crotali, Glockenspiel, flexaton)

AVEDIS NAZARIAN
Tre Danze Armene (Nayirian, Nasani, Tevbar) per arpa e percussioni
(trascr. e adatt. G. Facchin & P. Boniolo)

 

 

 

 


     


Dall'interesse e dalla curiosità verso i reciproci strumenti, esordisce di recente il DUO AVALOKITESHVARA.
L'arpa e le Percussioni, spesso relegate ad un uso orchestrale e solistico, in formazione cameristica offre l'opportunità di far conoscere e diffondere l'Arpa ed i più variegati strumenti a Percussione, anche etnici e popolari. La fusione dell'energia ritmica percussiva e la caratterizzante timbrica e melodica dell'arpa, ne fanno ottenere interessanti sonorità coinvolgenti, spesso creando persuasive atmosfere. Grazie all'apporto di compositori che hanno scritto per il Duo Avalokitesvara, che prevedono l'uso di strumenti spesso poco noti e diffusi, alla trascrizione e adattamento di opere che si prestano insieme a brani già collaudati, presentano un repertorio inusuale, di sicuro impatto e di costante evoluzione. All'attività concertistica affiancano un'opera di diffusione tramite lezioni concerto e master.

Strumenti impiegati :

Glockenspiel, flexatone, hapi drum, 4 lastre di metallo (intonate), serie gong dobaci, wind chimes, tubafono di alluminio, campanacci da mucca, shaker, wood chimes, piatti cinesi sospesi, piatti turchi sospesi, vibratone, multi-guiro shaker, thai gongs (varie misure), chinois gongs (varie misure), yunluo gong, triangoli, cimbali antichi, sonagli da elefante (piccoli, medi, grandi), ciotole tibetane, campana a mano tibetana, finger cimbals, khartal, sistri di metallo, daff, indian hand drum, riqq, daire tammorra, tamburello basco, tamburo indiano americano, darabukke, tom toms, grancassa piccola, serie temple blocks, wood blocks, tamburo di legno indonesiano, maracas vari tipi e grandezze, güiro, afuche, castagnette, cuica, ocean drum, frusta, thunder spring drums, albero della pioggia, tazze caffelatte (serie), sonagli di noci, richiami d’uccelli.

 

 

Per conoscere meglio il DUO AVALOKITESHVARA , collegati al sito 

http://www.tammittam.it/it/avalokiteshvara

 




Per scaricare le note di sala del concerto, clicca qui

 

 

 

 

 
PDF Stampa E-mail

Musica in Libreria
Rassegna Giovani promesse in musica
Libreria Palazzo Roberti
http://www.palazzoroberti.it



Libreria Palazzo Roberti: domeniche di marzo 2014
Bassano, Sala degli Affreschi della Libreria Palazzo Roberti,
via J. da Ponte, ore 17.30,  ingresso libero

 

Domenica, 30 marzo 2014 - ore 17.30
LISA NOVELLO e RICCARDO GIUBILATO, duo di chitarre


JOHN DOWLAND (1563 – 1626)
“My Lord Wilobies Welcom Home (per il ritorno a casa di Lord W.” (orig. per due liuti) 

GEORG FRIEDRICH HÄNDEL (1685 – 1759)
Passacaglia (trascr. Florindo Baldissera)
(Lisa Novello e Riccardo Giubilato)

ISAAC ALBÉNIZ (1860 - 1909)
Rumores de la Caleta (Rumori del porticciolo) (Trascr. M.Llobet) 
 
MANUEL DE FALLA (1876 – 1946)
Danza del Molinero (danza del Mugnaio), da “Il cappello a tre punte”; trascr. G. Tarragó)
El círculo mágico (il Circolo Magico) e Danza ritual del Fuego  (Danza Rituale del Fuoco) da “L’Amore Stregone”
(trascr. C. Gruber e P. Maklar)

MANUEL MARIA PONCE (1882 – 1948)
“Thème varié et Finale”
(Riccardo Giubilato)

*****
 
BENJAMIN BRITTEN (1913 – 1976)
“Nocturnal, after John Dowland” op.70
(Riccardo Giubilato)

WILLIAM WALTON (1902 – 1983)
Da “Five Bagatelles”:  n° 2 - Lento ; n° 3 - Alla Cubana
(Lisa Novello)

MANUEL DE FALLA
da “La Vida  Breve”: Interludio (trascr. E. Pujol) 
(Lisa Novello e Riccardo Giubilato)

 

 

 

 

Per scaricare le note di sala del concerto, clicca qui

 

.

 
« InizioPrec.11121314151617181920Succ.Fine »

Pagina 19 di 32