Sabato, 15 Dic 2018
You are here: Home
PDF Stampa E-mail

 

 

XXXIIª STAGIONE CONCERTISTICA 2017-2018

PROGRAMMA SINTETICO IN ORDINE CRONOLOGICO

 

VENERDÌ 20 OTTOBRE 2017 ore 20.45 TEATRO REMONDINI

PIETRO DE MARIA, pianoforte : musiche di Chopin, Liszt, Schumann, Ligeti

 

DOMENICA 22 OTTOBRE 2017, ore 17.30 SALA DELLA MUSICA via Barbieri, 23

TRIO VENETO: Enzo Ligresti,violino; Marco Dalsass,violoncello; Gabriele M.Vianello Mirabello, pianoforte:

 “Donne compositrici”: musiche di Fanny Mendelssohn, Clara Schumann, Felix Mendelssohn

 

VENERDÌ 10 NOVEMBRE 2017 ore 20.45 TEATRO REMONDINI

QUARTETTO K: Stefano Martini, violino; Matteo Salerno, flauto; Egidio Collini, chitarra; Fabio Gaddoni, contrabbasso:"San Pietroburgo Express" : Viaggio sentimental-musicale nel cuore dell’Europa

 

SABATO 11 NOVEMBRE CAPPELLA MARES di Ca' Erizzo-Luca ore 16.30

Ciclo “Le Sonate per pianoforte di Mozart”,  conferenza introduttiva di MASSIMO SOMENZI

Ore 17.30: FABIO GRASSO, pianoforte: “Le Sonate per pianoforte di Mozart”: Sonate KV 280 - 533/494 - 283 - 311

 

DOMENICA 26 NOVEMBRE 2017 , ore 17.30 CAPPELLA MARES di Ca' Erizzo-Luca

Ciclo “Le Sonate per pianoforte di Mozart":  ANNA BARUTTI, pianoforte: Sonate KV  282 -332-330-310

 

SABATO 9 DICEMBRE 2017 , ore 17.30 CAPPELLA MARES di Ca' Erizzo-Luca

Ciclo “Le Sonate per pianoforte di Mozart": MARIA PERROTTA, pianoforte: Sonate KV 570-281 - KV 475 - KV 457

 

DOMENICA 10 DICEMBRE 2017 , ore 17.30 CAPPELLA MARES di Ca' Erizzo-Luca

Ciclo “Le Sonate per pianoforte di Mozart": ISABELLA LO PORTO con LEONARDO VERONA, EMMA PESTUGIA, LORENZO PADRIN, pianoforte: Sonate KV 521-358-381 per pianoforte a 4 mani; MASSIMO SOMENZI con SANDRO MANARIN, LORENZO VISENTIN: Sonate KV 19 - 497 per pianoforte a 4 mani

 

GIOVEDÌ 14 DICEMBRE 2017 ore 20.45 TEATRO REMONDINI

DUO PIANISTICO TERESA TREVISAN - FLAVIO ZACCARIA:  musiche di J. S. Bach, F. Busoni, M. Reger

 

SABATO 16 DICEMBRE 2017 , ore 17.30 CAPPELLA MARES di Ca' Erizzo-Luca

Ciclo “Le Sonate per pianoforte di Mozart": MASSIMO SOMENZI con MAYA OGANYAN: Sonate KV 545 -284- 400 -312 -331

 

DOMENICA  17 DICEMBRE 2017 , ore 17.30 CAPPELLA MARES di Ca' Erizzo-Luca

Ciclo “Le Sonate per pianoforte di Mozart": GABRIELE M.VIANELLO:  Sonate KV 279 - 576 - 309 - 333

 

GIOVEDÌ 18 GENNAIO 2018 ore 20.45 TEATRO REMONDINI

TRIO CLASSICO: LAURA BORTOLOTTO, violino; VITA PETERLIN, violoncello, GIACOMO DALLA LIBERA, pianoforte : musiche di F. J. Haydn, F. Schubert, Felix Mendelssohn

 

DOMENICA 21 GENNAIO 2018, ore 17.30 SALA DELLA MUSICA, via Barbieri, 23

DANIELA DONAGGIO, soprano; SARA BARDINO, mezzosoprano, ALESSANDRO COLOMBO, basso; NATALIA KUKLEVA, pianoforte: romanze di Glinka, Rimski-Korsakov, Rakhmaninov,Medtner, Sviridov...  

 

VENERDÌ 9  FEBBRAIO 2018 ore 20.45 TEATRO REMONDINI

ORCHESTRA "G. ZARLINO" DI CHIOGGIA; direttore PIETRO PERINI:  musiche di Vivaldi, Bach, Mendelssohn, Janáček.

 

DOMENICA 18 FEBBRAIO 2018, ore 17.30 SALA DELLA MUSICA via Barbieri, 23

ELENA CÀSOLI, chitarra : musiche di Villa-Lobos, Llobet,  Einaudi, Takemitsu, Giuliani

 

DOMENICA 4 MARZO 2018, ore 17.30 LIBRERIA PALAZZO ROBERTI, Sala degli Affreschi:

RASSEGNA “GIOVANI PROMESSE”: FRANCIS CAMILLERI pianoforte: musiche di Schumann, Liszt, Debussy

 

DOMENICA 11 MARZO 2018, ore 17.30 LIBRERIA PALAZZO ROBERTI, Sala degli Affreschi:

RASSEGNA “GIOVANI PROMESSE”:  SESTETTO DI STRUMENTI A FIATO E PIANOFORTE : Marta Frigo, flauto traverso; Riccardo Folador, oboe; Dario Marangon, clarinetto; Lucrecia Fernandez, fagotto; Mattia Marangon, corno; Massimo Zulpo, pianoforte: musiche di Thuille, Ibert, Poulenc.

 

VENERDÌ 16 MARZO 2018, CHIESA DI SAN FRANCESCO, ore 20.45:

CONCERTO STRAORDINARIO per il periodo della Pasqua:  ORCHESTRA E CORO SCHOLA S.ROCCO DI VICENZA; Direttore FRANCESCO ERLE: musiche di A. Lotti, J. S. Bach

 

DOMENICA 25 MARZO 2018, ore17.30 LIBRERIA PALAZZO ROBERTI, Sala degli Affreschi:

RASSEGNA “GIOVANI PROMESSE”: QUARTETTO MOODY: Mattia Tonon,  Ilaria Zanella, violini;  Lucia Zigoni viola;  Erica Scapin, cello: musiche di Mozart, Schubert, Puccini, Webern, Verdi, Bizet.

 

DOMENICA 8 APRILE 2018, ore 17.30 SALA DELLA MUSICA via Barbieri, 23

ALTOCONTRALTOTRIO: EUGENIA ZUIN, contralto;  GIULIO BARALDI, viola; CRISTIANO ZANELLATO, pianoforte: "Est ed Ovest nella musica vocale da camera tra ‘800 e ‘900"; canzoni e romanze di Berlioz, Hadjidakis, Bachelet, Borodin,...

 

VENERDÌ 20 APRILE 2018 ore 20.45 TEATRO REMONDINI

CLAUDIA MARCHI, mezzosoprano; QUARTETTO DI SASSOFONI DELLE MARCHE: Simone Ragni  sax  soprano e contralto; Carlo Colocci, sax contralto; Marco Fratini sax tenore; Gianluca Scarlatti, sax baritono; Carmine D’Alena  percussioni: "Momento Latino": musiche di A. Romero, A. Piazzolla, H. Villa-Lobos ecc.

 

 

 

 

 

 
Al via la stagione 2017 - 2018 PDF Stampa E-mail

  

  

 

 

 

 

 

 
11 maggio 2017 PDF Stampa E-mail

 

 
Giovedì 11 maggio 2017

Cari Amici, Vi informiamo che l'ultimo concerto della nostra XXXIa STAGIONE CONCERTISTICA 2016-'17 non sarà quello previsto nel nostro opuscolo (distribuito all'inizio della Stagione), concerto che abbiamo purtroppo dovuto annullare a causa di forza maggiore, ma verrà tenuto da un gruppo certamente altrettanto accattivante e che probabilmente molti tra Voi hanno avuto già modo di apprezzare, trattandosi di un complesso formato da solisti che provengono dal nostro territorio ed  operanti già da tempo in ambito internazionale, molto apprezzati soprattutto nel loro campo preferito, quello del jazz nei suoi vari aspetti. 

Il giorno 11 maggio, invece del QUARTETTO SASSOFONI DELLE MARCHE con CLAUDIA MARCHI, mezzosoprano, si esibirà il gruppo: 

 

BASSANO DEL GRAPPA - TEATRO REMONDINI
Giovedì 11 maggio 2017 - ORE 21.00

 

“JAZZ MANOUCHE BISTROT”

Sulle orme di Django Reinhardt e del Gipsy dall’Europa all’America…

 

BEPPE CALAMOSCA, Fisarmonica-Trombone;

MARGHERITA ZANE, Voce;

MATTIA CALAMOSCA, Contrabasso;

ANDREA BOSCHETTI e LINO BROTTO,  Chitarre;

MATTIA MARTORANO, Violino.           

 

 

 

Il gruppo di recente formazione è composto da musicisti jazz di fama nazionale ed internazionale

 

MARGHERITA ZANE musicista di estrazione classica. Ha all’attivo una ricca attività concertistica con importanti formazioni e orchestre di musica Barocca e Classica. Recentemente si è aperta alla musica Jazz. Da poco ha presentato “Attraverso”il suo primo lavoro discografico in veste di cantante .

BEPPE CALAMOSCA tuttora si divide come trombonista pianista fisarmonicista con le più importanti formazioni jazz. È primo trombone dell’orchestra di Carla Bley con la quale ha partecipato a tre tours europei e una incisione dal vivo. Ha collaborato e inciso con i più importanti musicisti jazz italiani e stranieri (Lee Konitz, Adam Nussbaum, Steve Lacy, Jeff Gardner, Paolo Fresu, Steve Swallow…)

LINO BROTTO Diplomato al conservatorio “A.Steffani” di Castelfranco Veneto con il massimo dei voti e la lode. Nel 2006 Con il gruppo Alma Swing vince il primo premio nazionale di musica jazz indetto dalla rivista "Musica jazz" e Porsche Italia. Ha suonato e registrato con musicisti di fama internazionale: Lee Konitz, Franco Cerri, Enrico Rava, Chris Hunter (Gil Evans Orchestra), Mark Egan (Pat Metheny Group), e moltissimi altri ancora. Ha composto e registrato colonne sonore per cartoni animati, cortometraggi espettacoli teatrali.

MATTIA MARTORANO compie gli studi classici con Sonig Tchakerian e si diploma brillantemente in Musica Jazz con Paolo Birro. Nella stessa disciplina consegue inoltre il Diploma Accademico di II livello con il massimo dei voti e la lode, specializzandosi nell'ambito del violinismo jazz anche grazie agli studi con Didier Lockwood e Johan Renard presso il CMDL di Parigi. E' oggi docente di Violino Jazz  presso il Conservatorio di Vicenza. Intensa l’attività concertistica con numerosi gruppi. Ha collaborato con Tammy McCann (Ray Charles band), Marco Tamburini, Kuasar String Kuartet, Kelly Joyce, Rita Marcotulli, Fabrizio Bosso, Summertime Gospel Choir etc.

ANDREA BOSCHETTI Già chitarra della formazione "Alma Swing" e "Blue Naif", il suo chitarrismo ritmico trova origine nella pratica del banjo all’interno di "Wonderbrass" e"Tiger Dixie Band", gruppi con i quali ha suonato in Italia ed Europa. Numerose le collaborazioni, tra cui quelle con Tammy McCann, Michael Applebaum, Billy Branch, Eric Daniel, Franco Cerri e le comparizioni nella programmazione del "Blue Note" diMilano, "Saint Jazz Cap Ferrat", "Baladoor Jazz festival", "Deltablues", "SocietàFilarmonica di Trento", "Trasimeno Blues" e "Salento Jazz Festival".

MATTIA CALAMOSCA Figlio d’arte e giovane musicista studia contrabasso classico al conservatorio “A.Steffani” di Castelfranco V.to. Frequenta nello stesso conservatorio il corso di musica Jazz con il M. G.Carollo. Suona in varie formazioni di musica jazz e pop.

 


 

 

 

 

 

 

 
Integrale delle 36 sonate 29 aprile PDF Stampa E-mail

 

 

INTEGRALE DELLE 36 SONATE PER PIANOFORTE DI LUDWIG VAN BEETHOVEN
Le 36 Sonate per pianoforte
Docenti e Allievi del Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia
coordinamento artistico e organizzativo di Muriel Chemin e Massimo Somenzi

 

IN COLLABORAZIONE CON IL CONSERVATORIO "BENEDETTO MARCELLO" DI VENEZIA

INGRESSO LIBERO - CONTRIBUTO VOLONTARIO A FAVORE POPOLAZIONI TERREMOTATE
SI CONSIGLIA PRENOTAZIONE TEMPESTIVA!
Cappella Mares: MUSEO HEMINGWAY E DELLA GRANDE GUERRA, 0424 529035;
email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 
PROGRAMMA DETTAGLIATO

AVVISO: il concerto inizialmente previsto per il 25 marzo e rinviato per motivi tecnici avrà luogo

Sabato, 29 aprile 2017
Cappella Mares di Villa Ca' Erizzo Luca, ore 17.30
IGOR COGNOLATO, pianoforte

 

Sonata n. 2 in la maggiore op.2 n.2
Allegro vivace - Largo appassionato - Scherzo. Allegretto - Rondo. Grazioso

Sonata n. 8 in do minore op.13 “Grande Sonate Pathétique”
Grave - Allegro di molto e con brio - Adagio cantabile - Rondo. Allegro
  
Sonata n.28 in la maggiore op.101
Etwas lebhaft und mit der innigsten Empfindung  (piuttosto vivace, con il più intimo sentimento) - Lebhaft. Marschmäßig (vivo. A tempo di marcia) - Langsam und sehnsuchtsvoll (lento e nostalgico) - Tempo I,  geschwinde, doch nicht zu sehr, und mit Entschlossenheit (presto non troppo, con decisione)

 

  


IGOR COGNOLATO, Nato a Treviso nel 1965, Igor Cognolato ha iniziato all’età di cinque anni gli studi pianistici e si è di-plomato con lode presso il Conservatorio di musica “Benedetto Marcello” di Venezia. Ha concluso studi di materia compositiva diplomandosi brillantemente in Musica corale e Direzione di coro presso il Conservatorio di musica “Felice Evaristo dall’Abaco” di Verona. Si è laureato nel 1993 conseguendo il Konzertexamendiplom presso l’Università per la musica ed il teatro di Hannover quale studente del pianista Brasiliano Roberto Szidon, ereditando così per interposta persona gli insegnamenti di Franz Liszt. Ha perfezionato la sua preparazione artistica anche con il compositore e pianista Ugo Amendola, nonché con il direttore d’orchestra Michele Marvulli e con i pianisti Dario De Rosa, Aldo Ciccolini e Paul Badura-Skoda. Dopo il debutto con il Concerto n°2 di Franz Liszt con la Radiophilharmonie Hannover trasmesso dal canale Tedesco NDR, Igor Cognolato si è esibito in tutta Europa e negli Stati Uniti d’America, riscuotendo ovunque unanime successo di pubblico e vivo apprezzamento della stampa specializzata; solista con numerose orchestre (Ra-diophilarmonie Hannover, Orchestra da camera “Sofia”,  Orchestra di Padova e del Veneto, Filarmonica di Bourgas, Astrakhan Symphony Orichestra, Filarmonica di Sliven, Savaria Symphony, Orchestra del Gran Teatro La Fenice di Vene-zia, etc.) ha registrato per RAI-Radiotelevisione italiana-Eurovisione, per la Radio Tedesca NDR, per una produzione radiotelevisiva del primo canale Norvegese, per il canale televisivo ARTE, nonché per le etichette discografiche Blue Serge, RT e Simax. Attivo anche nel settore cameristico, Igor Cognolato collabora stabilmente con il quartetto d’archi Athenaeum Streichquartett formato dalle prime parti dei Berliner Philharmoniker: suonando insieme a tale formazione ha partecipato a prestigiosi festival cameristici Europei (come il Festival di Aix-en-Provence, Francia, registrando dal vivo il Quintetto di Robert Schumann per il canale televisivo ARTE, oppure il festival di Sassari, Italia). Vincitore del concorso ministeriale per esami e titoli, Igor Cognolato è da quest’anno titolare di cattedra di pianoforte principale presso il Conservatorio statale di musica “Benedetto Marcello” di Venezia, dopo aver insegnato per undici anni presso il Conservatorio statale di musica “Giuseppe Tartini” di Trieste; è stato anche docente di pianoforte nel triennio 2007-2010 presso lo United World College of Duino. In veste di docente ha ripetutamente tenuto seminari di perfezionamento presso: Universität für Musik und darstellende Kunst-Graz, Konservatorium Wien-Privatuniversität, Universität Mozarteum-Salzburg, Hochschule für Musik und Theater-Lübeck, Trinity College of Music of London, Ciurlionis music Academy in Vilnius, Conservatorio superior de musica “Salvador Seguì” de Castellò – Valencia. E’ recentemente uscito il film documentario “Richard Wagner: diario della sinfonia ritrovata” del regista Gianni di Capua prodotto da Kublai film in cui Igor Cognolato svolge il ruolo di protagonista; il documentario è stato presentato nel 2013 alla Mostra del cinema di Venezia, nonchè ai Bayreuther Festspiele ed alla Library of Congress di Washington DC, Stati Uniti d’America. Nel mese di Maggio 2016 ha debuttato con grande successo presso la Berliner Philharmonie nella stagione dei Berliner Philharmoniker con il Concerto grosso di Milan Svoboda.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
20 aprile 2017 PDF Stampa E-mail

 

 
Giovedì 20 aprile 2017

“Chamber Music"
progetto internazionale: collaborazione Italia con Belgio, Francia, Malta.

DEJAN BOGDANOVIĆ, violino
FRANCESCO COMISSO, violino ll
PIERRE HENRI XUEREB, viola
GIUSEPPE BARUTTI, violoncello
GABRIELE MARIA VIANELLO, pianoforte

ANTONÍN  DVOŘÁK
Dumky Trio per pianoforte n. 4 op. 90 (1891), versione originale per violino, viola e pianoforte

PËTR I. ČAJKOVSKIJ
Meditazione op. 42 n. 1 per violino e pianoforte

ROBERT SCHUMANN
Märchenbilder op. 113 per viola e pianoforte
Phantasiestücke op. 73 per violoncello e pianoforte

ANTONÍN DVOŘÁK
Quintetto op. 81 per pianoforte e archi

  

Già dalla sua giovane età BOGDANOVICH ha sempre attirato l’attenzione del pubblico internazionale suscitando stupore ed ammirazione. Questo non  solo per la perfetta padronanza dello strumento, per la conoscenza degli stili e bellezza del suo suono, ma soprattutto per la sua capacità di cogliere l’essenza musicale nelle composizioni che eseguiva aggiungendo un tocco emotivo per rendere ogni pezzo personale. Serbo (Novi Sad-Vojvodina),  si è formato alla più alta scuola russa essendo allievo del violinista di fama mondiale Viktor Tretjakov che di lui ha detto: "....Dejan e' un musicista estremamente raffinato ed artisticamente completo grazie all'originalità e ricchezza delle sue idee musicali e all'assoluto controllo di qualsiasi periodo musicale.......La sua profonda visione creativa mi trasmette sempre qualcosa di nuovo.....Dejan e' senza dubbio la promessa del nuovo violinismo...”. Si e' esibito nel suo primo concerto all'età di 10 anni. Da quel momento ha suonato come solista con prestigiose orchestre sinfoniche di Europa, Russia e Canada. A 19 anni è stato vincitore di Concorsi Internazionali di Vienna e Zagabria.  Ha tenuto numerosi concerti in Canada, URSS, Ungheria, Cecoslovacchia, Finlandia, Francia, Italia, Spagna, Austria e Germania. La sua grande attenzione per la musica da camera lo ha portato a suonare insieme a grandi musicisti. Il suo ultimo Cd “Virtuosismo e Meditazione-Live in Italy”  sta riscuotendo un notevole successo di pubblico e critica. Dejan affianca l’attività di concertista all’insegnamento impegnandosi in numerosissimi corsi di alto perfezionamento e tra i suoi allievi si annoverano vincitori di numerosi concorsi ed affermati musicisti.

FRANCESCO COMISSO: Avviato allo studio della musica in età precocissima dal padre musicista, a cinque anni riceve la prima lezione di violino; si diploma  presso il conservatorio di Venezia sotto la guida del Prof. Giulio Bonzagni. Nel 2001 si trasferisce in Germania, dove ottiene con il massimo dei voti il “Konzertdiplom” presso la Musikhochschüle di Amburgo nella classe del Prof. Andreas Röhn (primo violino di spalla dei Bayerische Rundfunk Sinfonieorchester). Continua il suo perfezionamento violinistico presso l'Accademia di Chioggia (VE) sotto la guida del M° Dejan Bogdanovich. In Italia, nell’esame finale del corso triennale di musica da camera tenuto dal  M° Piernarciso Masi, presso l’Accademia Pianistica di Imola, ottiene, in duo con il pianista Pierluigi Piran, il massimo dei voti con menzione e con  questa formazione, svolge un’intensa attività concertistica che lo ha portato ad eseguire più volte l’integrale delle sonate per violino e pianoforte di Beethoven  Brahms, Mendelssohn e Dallapiccola. Dal 2003 è Concertino dei Primi Violini  de “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone. Con questa formazione, ha suonato, anche in veste di solista, in più di  quaranta paesi, nelle sale più prestigiose  e nei Festival più importanti del mondo.  Svolge attività solistica con molte altre formazioni orchestrali. Nella musica da camera collabora con musicisti di levatura internazionale quali Dejan Bogdanovich, Vladimir Mendelssohn, Sonig Tchakerjan ed altri. Con il pianista Francesco Cipolletta e il violoncellista Dario Destefano forma il Trio Arché di Torino. Ricopre il ruolo di Primo Violino di Spalla con diverse orchestre. Dal 2007, inoltre, collabora frequentemente con l’Orchestra del Teatro Alla Scala di Milano, la Filarmonica della Scala e l’Orchestra Nazionale RAI di Torino suonando sotto la direzione di illustri direttori. E' stato Primo violino del Quartetto Strehler (Milano) formazione con la quale ha eseguito brani inediti al quartetto dedicati. Il suo violino è un Don Nicola Amati del 18°secolo.

PIERRE HENRI XUEREB. Violista, uno degli ultimi allievi del grande William Primrose, ha conseguito all'età di 16 anni il Primo Premio in viola al Conservatorio di Parigi. La sua attività internazionale, sia come solista che in formazioni cameristiche, lo vede protagonista con insigni musicisti, quali, tra gli altri, Natalia Gutman, Eugène Istomin, Christian Ivaldi, Oleg Kagan, Gary Karr, Vladimir Mendelssohn, Janos Starker, and Walter Trampler. Si esibisce regolarmente in trasmissioni radio e Tv ed ha al suo attivo numerose incisioni discografiche quali quelle per Harmonia Mundi, per Calliope e per la Deutsche Grammophon. E’ docente di viola al Conservatorio di Parigi e alla Scuola Nazionale di Musica di Gennevilliers e tiene corsi di perfezionamento in Accademie e festival internazionali estivi: Académie de Courchevel, Festival Pablo Casals (Prades), Hamptons Music Institute, Flanders Academy, in Choggia, e al Johannesen International School of the Arts in Victoria, British Columbia, Talent Cours di Brescia. Dal 1991 al 1998 è stato direttore artistico del Florence Gould Hall Chamber Players in New York City. È componente del Patrick Gallois Quintet nonché entusiasta promotore della musica contemporanea in qualità di membro dell'Ensemble Alternance e Ensemble Intercontemporain a Parigi. Ha collaborato con prestigiosi gruppi cameristici e orchestre: i Quartetti Audubon, Enesco, Muir, Orlando, Parisii, Rosamonde e Talich; Orchestre Lyrique Région Alpes-Provence; Israel Sinfonietta, Belgrade Chamber Orchestra.

GIUSEPPE BARUTTI. Violoncellista veneziano tra i più talentuosi e raffinati interpreti italiani, si è diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia sotto la guida del M° Adriano Vendramelli. Ha svolto un'intensa attività cameristica a fianco di musicisti quali Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Dejan Bogdanovich, Kostantin Bogino, Pavel Vernikov, Bruno Canino, Roni Rogoff, Alain Meunier e Rocco Filippini, suonando nei festival più prestigiosi del mondo. Per il Gran Teatro “La Fenice” di Venezia ha inciso l'integrale della musica da camera di Johannes Brahms, riscuotendo un considerevole successo di pubblico e critica. Ha ricoperto inoltre il ruolo di Primo Violoncello nell'Orchestra Filarmonica della Scala di Milano e, a soli ventuno anni, nell' Orchestra del Gran Teatro la Fenice di Venezia. Dal 2001 è, assieme a Gianantonio Viero, Primo Violoncello dell'orchestra da camera “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone. Con questa formazione ha suonato come solista nelle sale più prestigiose del mondo.

GABRIELE MARIA VIANELLO...


 

 

 

 

 

 

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 4 di 30