Giovedì, 15 Nov 2018
You are here: Home > Incontri alla tastiera - Palazzo Sturm 2014
Incontri alla tastiera Palazzo Sturm PDF Stampa E-mail
Venerdì 17 Ottobre 2014 14:04

 

 

 

INCONTRI ALLA TASTIERA A PALAZZO STURM
(In collaborazione con il Museo Civico di Bassano)

 

domenica 16 novembre – ore 16.00
Marco Dalsass, violoncello
Gabriele Maria Vianello, pianoforte

LUDWIG van BEETHOVEN
(1770-1827)
Sonata op. 69 n. 3
   
ROBERT SCHUMANN
(1810-1856)
Fantasiestücke op. 73
  
CLAUDE  DEBUSSY
(1862-1918)
Sonata per cello e pianoforte  

MARCO DALSASS si forma con Enrico Egano, Antonio Janigro e Rocco Filippini e successivamente ottiene il diploma di Eccelleza con  Antonio Meneses all’Accademia Internazionale di Biella. Nel 1990 gli viene riconosciuto al Concorso Internazionale di Violoncello “Gaspàr Cassadò” di Firenze il premio per la miglior interpretazione di Ciaccona, Intermezzo e Adagio di Luigi Dallapiccola. Si è esibito in tutta Europa, Americhe, Giappone, Cina. “Marco Dalsass è un violoncellista di talento e suona non solo molto bene ma anche con grande gusto musicale…” – Antonio Meneses. “ E’ stato un grande piacere lavorare con  Marco Dalsass” -  Yuri Temirkanov.
GABRIELE MARIA VIANELLO si è diplomato in pianoforte con lode e menzione d’onore nel 1984 con Eugenio Bagnoli al Conservatorio “B.Marcello” di Venezia; successivamente si è perfezionato con Maria Tipo alla Scuola di Musica di Fiesole. E’ docente di Pianoforte principale al Conservatorio di Venezia, condivide brillanti successi in duo con il violinista Dejan Bogdanovic e svolge un’intensa attività cameristica con il Gruppo Strumentale Veneto” G.Malipiero” in Italia, Austria, Svizzera e Germania.

 

domenica 23 novembre – ore 16.00
SEBASTIANO MARIA VIANELLO, violino
GABRIELE MARIA VIANELLO, pianoforte

JOHANN S. BACH
(1685 – 1750)
Sonata IV BVW 1017

ANTONIO VIVALDI
(1678 – 1741)
Sonata in re maggiore F XIII N.6
  
LUDWIG VAN BEETHOVEN
(1770 – 1827)
Sonata op. 12 n. 1
          

SEBASTIANO MARIA VIANELLO: “Sono nato ad Ankara da genitori veneziani, pianisti ed docenti di Conservatorio, i quali un po’ contro le mie aspirazioni, mi imposero lo studio del pianoforte. Non mi sentivo assolutamente attratto da quello strumento sicché, staccato dal muro il violino che era appartenuto a mio nonno Giuseppe, in breve tempo riuscii a far cantare quella “strana scatola”. E riuscii anche a divertirmi, facendomi accompagnare da mio fratello Gabriele, pianista che ha seguito le orme di papà e mamma. Venni ben presto affidato alle esperte mani di Giovanni Guglielmo”... Sebastiano
GABRIELE MARIA VIANELLO: v. al concerto precedente 

 

 

domenica 30 novembre – ore 16.00
TRIO RICCATI
STEFANO PAGLIARI, violino; MARCO DALSASS, violoncello; GABRIELE MARIA VIANELLO, pianoforte

ROBERT SCHUMANN
(1810-1856)
Phantasiestücke
  
LUDWIG van BEETHOVEN
(1770-1827)
Trio in Do min. op.3 n.1
   
CLAUDE DEBUSSY
(1862-1918)
Trio in sol maggiore  

Il TRIO RICCATI nasce dalla collaborazione di tre musicisti veneti, che hanno voluto unire la loro esperienza musicale per interpretare opere scritte per una delle più interessanti  formazioni di musica da camera, il trio con pianoforte. Il loro repertorio va dal periodo classico fino al XX secolo, ma il loro intento è anche di valorizzare le musiche composte per questa formazione da molti autori italiani del Novecento.  Il nome del trio deriva dalla illustre famiglia di matematici e studiosi della musica vissuti nel 1700 proprio a Castelfranco, città in cui il trio stesso si è formato.