Venerdì, 24 Mag 2019
You are here: Home > Stagione concertistica 2014 2015 > 19 marzo 2015
19 marzo 2015 PDF Stampa E-mail

 

 

 

19 marzo 2015 – Teatro Remondini, ore 21.00

 

STEEL WIND(Chamber saxophone quartet)

MARCO VANNI, sax soprano/tenore; MILO VANNELLI, sax contralto/baritono; 
ANDREA LUCCHESI, sax tenore/soprano; ROBERTO FRATI, sax baritono e band leader

CARTOON FANTASY

Con proiezione di spezzoni di  film di Walt Disney; arrangiamento musicale a cura degli interpreti.

 

Lo schiaccianoci 
(Pjotr I. Čajkovski)

Danza delle ore
(Amilcare  Ponchielli)

Una notte sul Monte Calvo
(Modest  P. Mussorgski)

Ave maria
(Franz Shubert)

Mickey mouse march
(Jimmie Dodd )

Il cerchio della vita
(Elton  John)

Under the sea
(Alan Menken)

Ehi-ho
(Frank  Churchill)

A Whole new World
(Alan  Menken)

Beauty and the Beast
(Alan  Menken )

The Aristocats
(Richard e Robert Sherman)

Ev’rybody wants to be a Cat
(Al Rinker)

The bare Necessities
(Terry Gilkyson)

Cruella de Vil
(Mel Leven)

Who’s afraid of the big bad wolf?
(Frank Churchill)

Once upon a Dream
(Sammy  Fain)

Bibbidi-bobbidi-boo
(Mack David)

A Dream is a Wish your Heart makes
(Mack  David)

Give a little whistle
(Leigh Harline)

Some day my Prince will come
(Frank  Churchill)

 

 

 

STEEL WIND è il risultato di un percorso musicale che nasce nel 1983 come sperimentazione di quattro musicisti legati dalla medesima esigenza di poter esprimere la loro indole “non purista”. E’ proprio per questo motivo che, con Steel Wind, il saxofono diventa uno strumento senza tempo, con una sonorità e una timbrica che gli permettono di spaziare in ogni genere e epoca musicale. Alla base una solida preparazione classica e l’esperienza con grandi direttori come Chung, Muti, Berio, Prêtre, Bartoletti, Bychkov, Mehta, Leitner…..con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, l’ORT della Toscana, l’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino. Poi l’incontro con la musica contemporanea e quindi gli anni del “Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano” di Henze e l’avanguardia di Globokar. In seguito prende forma un progetto dedicato al rock progressivo degli anni 70 che ha riscosso un incredibile successo di critica e pubblico. Originalità, trasgressione e versatilità hanno portato il gruppo ad aggiudicarsi premi prestigiosi quali: A.Piazzolla di Castelfidardo, Kawai di Tortona, Rospigliosi, Sanguinetto, Riviera del Conero, Ufam di Parigi, Rovere d’Oro, Perugia Classico. I componenti della formazione hanno inciso per: Nuova Era, Amiata Records, Pentaphon, Videoradio, Le Vele, Forrest Hill Records, Rain Records, Hit Records, ONK Music, EMA Records. Tutti gli arrangiamenti sono degli Steel Wind.