Mercoledì, 17 Ott 2018
You are here: Home > Giorgio Vianello
Giorgio Vianello PDF Stampa E-mail

 

Martedì 20 gennaio 2015 ricorrono cinque anni dalla scomparsa del maestro Giorgio Vianello.
L'Associazione Amici della Musica di Bassano del Grappa, a lui dedicata, assieme a tutti quelli che l'hanno conosciuto e amato, lo ricorda con affetto e riconoscenza.

 

GIORGIO VIANELLO

Inizia a 13 anni lo studio del pianoforte con E.Bagnoli e si diploma con G.Gorini al B.Marcello di Venezia a 18 anni con la Menzione d’Onore. Vince numerosi concorsi pianistici e si fa conoscere ben presto per le molteplici registrazioni effettuate per la Rai sia in qualità di camerista a fianco di B.Giuranna, S.Gazzelloni, F.Gulli, sia di solista, sia nelle prestigiose stagioni sinfoniche del Foro Italico di Roma, della Scarlatti di Napoli, del teatro Verdi di Trieste, della Fenice di Venezia, dell’Auditorium di Torino ove resterà memorabile la sua interpretazione del 2° concerto di Bartok sotto la direzione di B.Maderna.
Le sue esecuzioni dei concerti quali quello di Schönberg op. 42, del 3° e 5° concerto di Beethoven, del Misolidio di Respighi, del 2° concerto di Balakirev hanno avuto la direzione di ben noti direttori quali S.Skrowacewsky, G.Otvös, C.Dutois, P.argento, N.Sonzogno, H.Scherchen,  M.Gielen, F.Caracciolo, La Rosa Parodi, A.Einhorn, E.Gracis e molti altri.
E’ collaboratore pianistico all’Accademia Chigiana di Siena, al centro di avviamento lirico fondato dal M° M.Labroca, collaboratore del M°S.Zanon al festival di musica contemporanea alla Fenice di Venezia, maestro sostituto di palcoscenico del M°T.Wolferrari.

Innumerevoli sono le tournée in Europa, a Città del Messico al Palais de Beaux Art, in Guatemala,  in Costarica, in Giappone con i Virtuosi italiani.
Nel 1960 è invitato in qualità di specialista straniero al Conservatorio di stato di Ankara. Nel ’63 prende la Cattedra di Pianoforte a S.Cecilia e nel ’64 a Venezia dove vi rimane fino al 2001. 

E’ Direttore Artistico per gli “Amici della Musica” di Bassano del Grappa per oltre un decennio. In riconoscimento della sua dedizione costante alla divulgazione della musica, il Comune della Città gli conferisce nel 2006 il “Premio San Bassiano”.
Oggi, l’Associazione è a Lui intitolata.