Domenica, 21 Lug 2024
You are here: Home > Stagione 2019-2020 > Concerto
Concerto


12 aprile 2019 PDF Stampa E-mail

 

 

 

venerdì 12 Aprile 2019



DUO PIANISTICO ACOLEO
ANNA e PAOLA ACOLEO, pianoforte a quattro mani



JOHANNES BRAHMS (1833 - 1897)
Variazioni sul GeisterThema di Schumann Op 23
        
FRANZ SCHUBERT
Variazioni su tema originale Op 35 in la bem. Magg.

***

FELIX  MENDELSSOHN BARTHOLDY (1809 - 1847)
Trio in do minore op.66 – trascrizione originale per pianoforte a quattro mani:
Allegro energico e con fuoco - Andante espressivo - Scherzo: Molto Allegro quasi Presto - Finale: Allegro appassionato



DUO ACOLEO
Fin dai primissimi anni di studio le pianiste trevigiane ANNA e PAOLA ACOLEO manifestano interesse ed affiatamento nell’esperienza del duo a quattro mani, nel quale si perfezionano con il Duo De Rosa-Jones all'Accademia Internazionale di Musica da camera del Trio di Trieste e di Fiesole. E’ il 1987 a segnare il debutto ufficiale come Duo, con il Primo Premio Assoluto conseguito al concorso nazionale di Osimo (An). Da allora molteplici sono stati i primi premi ed i riconoscimenti  fino al prestigioso riconoscimento nell’ambito del I° Concorso Internazionale “Premio Trio di Trieste”, che le ha viste unico duo pianistico premiato tra concorrenti di 22 nazionalità. Il Duo ha così iniziato un’intensa attività concertistica nelle principali città italiane ed in prestigiose sedi straniere, riscuotendo sempre ampio consenso di pubblico e di critica. Ha partecipato a “Le storie” condotto su RAI 3 da Corrado Augias in una puntata dedicata a F. Schubert e la rivista nazionale “Musica” ha dedicato loro la copertina con intervista. Anna si dedica da tempo alla didattica infantile e Paola, laureata in Storia della Musica e specializzata in Pianoforte II° livello con il massimo dei voti e la lode, è docente di Pianoforte presso il Liceo Musicale Giorgione di Castelfranco Veneto.

 

 
15 marzo 2019 PDF Stampa E-mail

 

15 Marzo 2019


DEJAN BOGDANOVIC
, GUGLIELMO DE STASIO violini; PIERRE-HENRI XUEREB, viola;
ALAIN MEUNIER, violoncello; GABRIELE MARIA VIANELLO, pianoforte

EUGÈNE YSAYE (1858 - 1931)
Introduction per viola solo (prima esecuzione assoluta)
Berceuse per viola e pianoforte

F.CHOPIN (1810 -1849) - E.YSAYE
Valzer op. 34 n.2, “Grand Valse Brillante” 

SAINT-SAËNS (1835-1921)
Capriccio sullo studio in forma di valzer op. 52 n. 6
            
FLORENT SCHMITT (1870 - 1958)
‘Chant Elégiaque'
                
CÉSAR FRANCK (1822 - 1890)
Quintetto in fa minore

 

 

Già dalla sua giovane età BOGDANOVICH ha sempre attirato l’attenzione del pubblico internazionale suscitando stupore ed ammirazione. Questo non  solo per la perfetta padronanza dello strumento, per la conoscenza degli stili e bellezza del suo suono, ma soprattutto per la sua capacità di cogliere l’essenza musicale nelle composizioni che eseguiva aggiungendo un tocco emotivo per rendere ogni pezzo personale. Nonostante le sue origini Serbe (Novi Sad-Vojvodina) si è formato alla più alta scola russa essendo allievo del violinista di fama mondiale Viktor Tretjakov. Si e' esibito nel suo primo concerto all'eta' di 10 anni. A soli 17 anni ha eseguito il concerto n.1 di N. Paganini e il concerto di F. Mendelssohn in mi-minore con l'orchestra Filarmonica di Dubrovnik. Da quel momento ha suonato come solista con prestigiose orchestre sinfoniche di Europa, Russia e Canada. A 19 anni è stato vincitore di Concorsi Internazionali di Vienna e Zagabria. È ospite regolarmente di prestigiosi festival internazionali. Affianca l’attività di concertista all’insegnamento impegnandosi in numerosissimi corsi di alto perfezionamento e tra i suoi allievi si annoverano vincitori di numerosi concorsi ed affermati musicisti.

GUGLIELMO DE STASIO, diplomato in violino e viola, ha studiato con i M° Augusto Vismara, Fabrizio Merlini, Federico Agostini, Mariana Sirbu e Stefan Gheorghiu. Risultato vincitore di diversi premi a vari concorsi nazionali e internazionali sia come solista che in musica da camera, ha al suo attivo una ricca carriera concertistica essendosi esibito in numerosi paesi del mondo sia come solista che come camerista. Ha suonato con diversi concertisti di fama internazionale. Fondatore e Konzertmetster dell’orchestra “Antonio Vivaldi di Venezia” con la quale tiene numerosi concerti ogni anno. È l’ideatore e organizzatore del Venice Music Gourmet stagione concertistica in Venezia presso Palazzo Contarini della Porta di Ferro. È l’ideatore e Direttore Artistico del Sardinia International Music Festival, giunto alla quinta edizione. È docente di violino al Conservatorio statale di musica “L. Canepa” di Sassari.

PIERRE HENRI XUEREB. Violista, uno degli ultimi allievi del grande William Primrose, ha conseguito all'età di 16 anni il Primo Premio in viola al Conservatorio di Parigi. La sua attività internazionale, sia come solista che in formazioni cameristiche, lo vede protagonista con insigni musicisti, quali, tra gli altri, Natalia Gutman, Eugène Istomin, Christian Ivaldi, Oleg Kagan... Si esibisce regolarmente in trasmissioni radio e Tv ed ha al suo attivo numerose incisioni discografiche quali quelle per Harmonia Mundi, per Calliope e per la Deutsche Grammophon. E’ docente di viola al Conservatorio di Parigi e alla Scuola Nazionale di Musica di Gennevilliers e tiene corsi di perfezionamento in Accademie e festival internazionali estivi. Dal 1991 al 1998 è stato direttore artistico del Florence Gould Hall Chamber Players in New York City. È componente del Patrick Gallois Quintet nonché entusiasta promotore della musica contemporanea. Ha collaborato con prestigiosi gruppi cameristici e orchestre.

ALAIN MENIEUR. Se si volesse definire in una sola parola Alain Meunier, uno degli ultimi veri eredi della prestigiosa scuola violoncellistica francese (Gendron, Navarra, Fournier, Tortelier), si potrebbe usare senza dubbio la parola "eclettico". Alain Meunier è all'apogeo della sua maturità artistica, musicista fin nel profondo della sua anima, generoso, delicato, un vero cultore delle discipline umanistiche e con una grande apertura mentale. Appassionato difensore dei compositori contemporanei, si destreggia con abilità nel repertorio classico e romantico. Uno schietto interesse per la musica da camera lo ha portato ad esibirsi nelle più restigiose sale da concerto d'Europa. Ha al suo attivo numerosissime incisioni discografiche ".
Alain Meunier (1942) si è diplomato presso il Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi e ha vinto quattro primi premi. Insegna Musica da Camera al Conservatorio di Parigi e tiene numerosi masterclass negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone. Dal 1964 Alain Meunier è stato prima allievo e poi docente all'Accademia Chigiana di Siena.

GABRIELE MARIA VIANELLO "...fa musica nel vero senso della parola avvalendosi di un pianismo nitido, solido e, quel che più conta, estremamente colorato. Ad un’epoca come la nostra, che confonde volentieri mancanza di temperamento con rigore stilistico, il contributo alla nostra Arte di un giovane dotato come lo è Gabriele Vianello rappresenta una vera benedizione." Asnières, 7 ottobre 1997 - Aldo Ciccolini. L’approccio al pianoforte avviene a sei anni con il padre, il pianista Giorgio Vianello, e a undici debutta in Germania nella Sala Grande dell’Università di Mühlacker. Ancora sedicenne, la sua esecuzione della celebre Rapsodia su un Tema di Paganini di Rachmaninov con l’Orchestra della Hochschule, a Graz, in Austria, ottiene  un ”successo memorabile”. Al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, nel 1984, consegue il diploma con lode e menzione d’onore sotto la guida del M. Eugenio Bagnoli. Risulta vincitore di numerosi premi in concorsi pianistici nazionali ed  internazionali  ed è ospite di importanti associazioni concertistiche e Festivals sia come solista sia come camerista. E’ titolare di una cattedra di pianoforte al Conservatorio di Venezia ed è Direttore Artistico degli Amici della Musica "Giorgio Vianello" di Bassano d. G. (Vicenza).

 

 
Ciclo di conferenze: "La musica incontra la letteratura - Da Mozart a Mascagni" PDF Stampa E-mail

 

Ciclo di conferenze: "LA MUSICA INCONTRA LA LETTERATURA - DA MOZART A MASCAGNI"
(in collaborazione con la BIBLIOTECA CIVICA)


MARTEDI' 5, 12, 19, 26 marzo,  ORE 17.30

Relatori: prof. Vincenza Caserta e prof. Guido Snichelotto
Info e programma presso: AdM "G. Vianello": tel 0424 833940 / 333 3442352 / 339 6051441

email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
e Biblioteca Civica di Bassano del Grappa, Galleria Ragazzi del ‘99 - tel. 0424519920 / 519928
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - @bibliobassano

 

 

 

 

 
22 febbraio 2019 PDF Stampa E-mail

 

XXXIIIª STAGIONE CONCERTISTICA 2018-'19

Venerdì 22 Febbraio 2019 ORE 20.45 - TEATRO REMONDINI

 

CLARINETTENSEMBLE (2003/2018)
ROBERTO SCALABRIN, clarinetto e cl.piccolo; ALESSANDRO TOFFOLO, clarinetto;
IVAN VILLANOVA, corno di bassetto e clarinetto; ALESSANDRO MUSCATELLO, clarinetto bs.

In occasione del primo CD musicale a coronamento di 15 anni di attività insieme, la

formazione presenta
"Serenata " passeggiata di Musica e Poesia

Musiche di:
C.Grundman, F. Farkas, G.Gershwin, D.Brubeck, H.Gualdi, G.Tirincanti, V.Hude, A.Piazzolla

Testi e Poesie di:
R. Scalabrin, E. Calzavara, S. Belloni, A. Zanzotto.

Quest’anno il CLARINETTENSEMBLE festeggia 15 anni di attività realizzando un CD dal titolo “I fiati si Divertono“, sulla base di un affiatamento prima di tutto umano oltreché tecnico e musicale.  Una serata di musica classica e “ contaminata “ affidata interamente alla famiglia dei clarinetti, strumenti dalle caleidoscopiche possibilità. Un approccio “informale” alla musica del nostro tempo. Orchestra del Teatro alla Scala, Filarmonica del Teatro alla Scala, Orchestra Sinfonica dell’Emilia-Romagna “Fondazione Arturo Toscanini”, I Solisti Veneti, Orchestra di Padova e del Veneto, Teatro Verdi di Trieste, Teatro La Fenice di Venezia: questo il biglietto da visita di Roberto Scalabrin e dei componenti del “Clarinettensemble“ senza contare gli otto concorsi di musica da camera vinti con il Trio d’Ance di Venezia e le numerose incisioni discografiche. Tutti i componenti della formazione partecipano come prime parti ad attività di numerosi Enti Lirici e Sinfonici Nazionali.

ROBERTO SCALABRIN. Diplomato al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia sotto l’autorevole guida del M° Giovanni Bacchi. Ha seguito i corsi tenuti a Vienna dal M° Alfred Prinz e di Fabrizio Meloni collaborando anche come suo assistente ai Corsi di Asolo Musica e Rodi Garganico. Vincitore di 7 primi Premi a Concorsi e Rassegne Nazionali e Internazionali con il Trio d’Ance di Venezia. Ha collaborato come I° clarinetto con orchestre e gruppi autorevoli. Ha partecipato come I° clarinetto ad attività del Teatro e della Filarmonica della Scala di Milano, comprese  tournées in Spagna, Russia, Germania, Brasile, Argentina, Svizzera, Lituania, Cairo sotto la guida dei M° Riccardo Muti, Valery Gergijev, e attualmente con l’orchestra dell’ O.P.V ( Orchestra di Padova e del Veneto. Ha inciso con altri noti solisti un doppio CD dedicato alla musica francese del gruppo dei Sei. La sua passione per la poesia “dialettale“ lo porta a divertirsi come voce recitante in numerose occasioni con il Clarinettensemble e gli amici Ivan Villanova, Alessandro Toffolo e Alessandro Muscatello.
Insegna clarinetto dal 1985 al conservatorio  Steffani di Castelfranco Veneto.

 

 

 
8 novembre 2019 PDF Stampa E-mail

 

 

 

VENERDÌ, 8 NOVEMBRE 2019

ore 20.45, Sala Da Ponte, p.le Cadorna, 34/a



JOAQUIN PALOMARES, violino  
ANDREA RUCLI, pianoforte

Le suggestive armonie della Spagna:

JOAQUÍN TURINA

MANUEL DE FALLA

ENRIQUE GRANADOS

JOAQUÍN NIN

PABLO DE SARASATE


JOAQUIN PALOMARES è considerato dalla critica uno dei migliori violinisti spagnoli. El País ha scritto di lui “….violinista dalla tecnica straordinaria, dal suono potente ed incisivo, che ha imposto in ogni momento l’indiscutibile legge del virtuoso” e lo Stuttgarter Zeitung  lo ha definito “…un poeta-virtuoso con tempera-mento latino”. Dopo il debutto a quindici anni  con il  Concerto per Violino di Beethoven, ha iniziato una carriera folgorante esibendosi nelle migliori sale d’Europa e del Giappone. Nel 1999 ottiene  la nomination ai Premi Grammphon  con un cd su Milhaud ed ultimamente ha inciso concerti per violino e orchestra di Beethoven, Hindemith, Chausson, Serebrier e Montesiones. Docente al Conservatorio Superiore di Murcia, tiene regolarmente masterclass al Conservatorio Reale di Musica di Bruxelles, al Conservatorio di Reykjavik e nella maggior parte dei Conservatori spagnoli.

ANDREA RUCLI, pianista, si è diplomato al Conservatorio “L.Cherubini” di Firenze con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di  M° Alessandro Specchi. Vincitore in numerose competizioni pianistiche di primi e secondi premi – concorsi di Alberga, Como, Aversa ecc.- , suona da più di venticinque anni sia come solista che in svariate formazioni cameristiche, collaborando con figure di primo piano del concertismo. E’ stato prima allievo, poi partner in duo pianistico e assistente per più di 10 anni, del pianista russo Konstantin Bo-gino. Ha registrato in cd brani cameristici di E. Chausson con i Cameristi di Verona, opere di Dvořák a 4 mani assieme al M° Bogino, in prima assoluta un quartetto di Daniele Zanettovich; le due sonate di Robert Schu-mann e le romanze di Clara Wieck, assieme al violinista Lucio Degani. Nel gennaio 2010 e nel febbraio 2012 si è esibito per i “Concerti del Quirinale” in diretta radiofonica sul III canale RAI ed in circuito Euro Radio.  E’ stato giovanissimo vincitore di concorso ministeriale presso il Liceo Musicale Pareggiato “G. Puccini” di Gal-larate per l’insegnamento di pianoforte principale.

 

 

 

 

 

 
« InizioPrec.123Succ.Fine »

Pagina 1 di 3